SUBITOMONDO

Storie dal mondo a portata di click

OLTRE LA GRANDE BELLEZZA
 3' di lettura

La movida nella Sub Urbe capitolina

Aprire la rubrica con Roma è una delle cose più stimolanti ma allo stesso tempo più impegnative che mi potesse capitare: una città grande, dispersiva, a tratti ghettizzata ma dove trovare vita notturna di ogni genere è veramente facile; trovarne sulla quale non sia stato detto ancora tutto un po' meno. Quindi, dopo essere stati a Trastevere, dopo aver girato la sera tra Piazza Navona e Campo de' Fiori, io vi consiglio Rione Monti, il quartiere delle botteghe artigiane di giorno, che di sera offre una passeggiata sui sampietrini un po' insolita. In più, essendo meno battuta delle precedenti, si permette di mantenere quella autenticità romana che tutti cercano. I vicoli stretti, le case ricoperte di edera e i caffè dal profumo vintage rendono il rione degno di essere il primo rione di Roma.

Qui si trova il famoso Ice Club, locale interamente di ghiaccio – compresi i bicchieri – che, se appassionati di vodka liscia, non dovreste assolutamente sottovalutare, in quanto cosi se ne riesce ad apprezzare il vero sapore! La temperatura interna è di -5 gradi, ma niente paura, vi sarà fornita una mantella termica, anche se difficilmente riuscirete a rimanere nel locale più di un'oretta perché il freddo si farà sentire. Ma continuiamo la nostra passeggiata nel rione.

Da via Panisperna si può godere di una bellissima vista sulla Basilica Papale di Santa Maria Maggiore, poi, proseguendo su via dei Serpenti, si giunge alla Fontana dei Catecumeni, che difficilmente potrete fotografare poiché sempre gremita di gente! Potete fermarvi qui in un tavolino esterno alla Bottega del caffè per rimanere al centro della piazza così da assaporare la vera essenza del rione o proseguire su via degli Zingari, fino alla Libreria Caffè Bohemiem, il caffè letterario del rione, se volete qualcosa di più ricercato e raccolto.

Prima di andare via riperdetevi tra i vicoli fino a piazza della Suburra, dove è presente l'incisione “SUBVRA”, che sta a ricordare la storicità del quartiere in cui vi trovate indicando Sub Urbe, proprio perché sta sotto.

Ora salite le scale su via Cavour dove troverete l'antichissima scalinata dei Borgia, la quale storia è ricca di leggende. Una narra che il balcone sovrastante sia stato disegnato da Raffaello.

Se il vostro soggiorno a Roma si prolunga, o si ripete, e volete continuare a scoprire i bellissimi quartieri di questa città, da non perdere assolutamente è un aperitivo al Pigneto. Perché? Perché il Pigneto è vero, è autentico, e quando ci passeggi ti senti romano, e se romano lo sei ti ci senti in vacanza. Nato come quartiere popolare, oggi ha un appeal invidiabile.

Se non è inverno inoltrato, anzi in ogni caso, vi consiglio di passeggiare su via del Pigneto da inizio a fine, passando per il ponte, prima di scegliere il vostro locale.

All'inizio troverete l'adorabile isola pedonale, in primavera ed estate scoppia di gente seduta fuori ai locali, sulle panchine, in piedi o a passeggio. Proseguendo arriverete al ponte, che non ha lucchetti e non si affaccia sul Tevere, bensì sui binari del treno, ma si sposa perfettamente col paesaggio.

Proseguendo i locali sono più distanziati ma comunque numerosissimi: Enoteche, bistrò, cocktail bar, tutti caratteristici. Tanti offrono musica dal vivo, come il colorato bistrò 'Na cosetta dove il mercoledì addirittura è probabile cenare in compagnia di artisti romani e non, in occasione delle interviste del programma Raccontami di te, prodotto e trasmesso da Radio Sonica.

Se invece vi piacciono i posti ricercati e curati proseguite su via Fanfulla da Lodi, ed entrate nella Premiata Panineria; a prendere un panino? Si, anche, se avete fame... ma poi citofonate alla porta all'interno, si proprio all'interno della panineria, e quando vi apriranno la porta non crederete ai vostri occhi! Un locale elegantissimo con terrazza annessa che offre una scelta di vini, distillati e whisky ottima in un ambiente raccolto e silenzioso.

All'uscita, prima di andare a casa, passate per la stazione metro C Pigneto, all'esterno della quale è stato ultimamente dipinto un murales commissionato da Netflix per la promozione della serie Suburra, ambientata appunto a Roma, veramente suggestivo!
Ed è solo l'ultimo; ce ne sono tantissimi nel quartiere che vi raccomando vivamente di vedere se siete appassionati di street art.


Ti potrebbero anche interessare