SUBITOMONDO

Storie dal mondo a portata di click

FARE UN VIAGGIO IN GIAPPONE

FARE UN VIAGGIO IN GIAPPONE

Pubblicato da il
 6' di lettura

OHAYOU!!! (buongiorno!)

Molte persone, quando parlo del mio viaggio in Giappone,  mi domandano: “ma è vero che costa tanto? Ma quanto hai pagato per il volo? Ma è vero che mangiano i cani?"

 Personalmente, prima di fare un viaggio, mi informo sempre su tutto: prezzi, rischi, vantaggi, cosa vedere, cosa fare, etc. Perciò  si può dire che mi faccio una “cultura”  sul paese prima di partire e l’intento di oggi è di darvi le informazioni più basilari per poter fare un viaggio in Giappone, coscienti di ciò che farete e di quanto spenderete.

 Vorrei chiarire possibilmente tutti i dubbi o quasi sul viaggiare il Giappone esponendo gli argomenti principali tramite le domande che mi vengono fatte più spesso :

1 Il prezzo del biglietto aereo è alto?

 Questo argomento direi che è abbastanza semplice perché dipende dal vostro budget. Ci sono molti voli diretti, ad esempio Roma -Tokyo ,che ci impiegano 12 ore e costano circa 700/800 euro (sono ottimista), andata e ritorno. Ovviamente dipende anche quanti mesi prima comprate i biglietti, il momento migliore sarebbe 3 mesi prima, poi dipende anche dal periodo in cui andate.

 Per chi invece ha un budget inferiore ci sono i voli con gli scali che ci mettono un po’ di più ma costano molto meno, ad esempio io per il mio volo pagai 440 euro ed avevo uno scalo a Pechino, l’unica nota dolente era che il volo del ritorno partiva alle 7:20 di mattina e non è stato affatto comodo.

 Io compro i biglietti su Edreams perché mi trovo abbastanza bene e i voli non costano troppo, poi ovviamente se conoscete dei siti migliori o preferite comprare il biglietto direttamente sul sito della compagnia aerea desiderata, le scelta è tutta vostra. 

2 In che periodo è meglio andare?

 Secondo me questo è l’argomento più importante perché il clima incide molto sull’itinerario e anche sul viaggio in generale. Forse sono di parte perché sono un’amante degli equilibri e quindi per me non c’è il bianco o il nero ma il grigio, ciò che intendo dire è che il migliore momento per viaggiare in Giappone è durante le mezze stagioni, ovvero ad aprile/maggio e a ottobre/novembre, questo perché il paese durante la primavera di tinge di rosa grazie ai Sakura e per questo c’è la Golden week (non l’hanno chiamata così per caso); mentre in autunno il paese si tinge di rosso e ti ritrovi a passeggiare su un “red carpet” creato dalle foglie e l’atmosfera si tinge quasi di un qualcosa di magico.

 L’estate non credo sia il massimo perché è particolarmente umida e si riempie di scarafaggi ma se non avete problemi potete anche farvi una vacanza nel periodo che preferite, anche se sconsiglio Giugno perché è la stagione delle piogge.

 Credo di dover sottolineare che anche se ho, per l’appunto, viaggiato il Giappone in aprile, quindi in un periodo molto bello, con la mia solita fortuna mi sono beccata molti giorni di pioggia e la sera faceva piuttosto freddo. Un giorno in particolare che andai a visitare Shinjuku con il mio amico, uscii di casa con un vestitino e una giacca leggera dato che c’erano più di 20° gradi e quindi si stava molto bene, peccato però che la sera ci furono meno di 12° gradi e io quasi mi congelai e dovetti sbrigarmi a tornare a casa.

 Per quanto riguarda l’inverno, credo che ogni paese sia bello da visitare sotto le feste natalizie, quindi progettate un bel po’ prima il vostro viaggio e scegliete la stagione che vi aggrada di più.

3 è vero che Tokyo costa tanto?

 Partiamo subito dal presupposto che se andate al ristorante più pregiato perché volete gustarvi la carne o il pesce migliore che c’è, allora si, costa. Come costerebbe in qualsiasi altro stato. Dopo aver visto quasi ogni quartiere di Tokyo posso tranquillamente dirvi che ho mangiato più volte in vari ristoranti senza mai spendere più di 10 euro,  ad esempio un ramen (che oramai avrete capito quanto lo adoro) è un pasto completo e il mio amico ha fatto sempre fatica a finirlo perché la porzione è più che abbondante (questo amico si mangia anche 400 gr di pasta da solo) e il prezzo è di solito sui 700-1000 yen, che sono circa 5-8 euro.

 Può capitare che quando si ha troppo da vedere o da fare non si ha il tempo di fermarsi ha mangiare al ristorante e che quindi si voglia prendere qualche spuntino ai konbini e in genere ciò che potete trovare, fritto o meno, costa davvero poco anche meno di 2 euro.

 Riguardo ai mezzi non posso di certo dire che Tokyo sia la città più economica al mondo ma visto come viene mantenuta pulita e in perfetto ordine, direi che il prezzo ne vale la pena e comunque rimane un prezzo alla portata di tutti, mi riferisco sia alla metro che ai treni. 

 Vi consiglio di non prendere il “treno proiettile” per spostarvi a Kyoto ma di usare un autobus notturno perché spenderete circa 30 euro che sono meglio di 115 euro e pagate una notte in meno all’hotel e sono altri soldi che si possono usare per cose migliori… tipo il cibo.

4 I giapponesi parlano inglese?

 Si e no. Mi spiego meglio: non si può fare un generalizzazione perché dipende dove vai e chi incontri, ad esempio quando ero in Giappone e avevo domande su come arrivare in un posto e chiedevo all’addetto dentro la metro, dovevo per forza parlare in giapponese perché il signore non sapeva dire una frase di senso compiuto in inglese.

 O ancora quando arrivai all’ostello a Kyoto e incontrai la proprietaria che ci spiegò come dovevamo comportarci, parlò in inglese ma mantenendo la cadenza Giapponese e diventò davvero difficile comprenderla al punto che il mio amico (che parla inglese) ad un certo punto mi disse che sperava che io avessi capito perché lui si era perso dopo poco.

 Per fortuna, studiando entrambe le lingue, sono riuscita a comprendere praticamente tutto e quindi non ho avuto problemi. Il giorno che stavo tornando a Tokyo invece, due ragazzi delle superiori iniziarono a farci domande in un ottimo inglese, anche se poi ci facemmo grandi risate perché appena risposi loro in giapponese, praticamente tutta la classe rimase sorpresa ed esultò.

 Quello che voglio dirvi è che un minimo di giapponese dovete impararlo perché se dovesse, non sia mai, succedere qualcosa sapreste come muovervi anche se le persone che vi circondano non parlassero inglese. Oppure fare come il mio amico, andate con qualcuno che parli un po' di giapponese e avrete risolto.

5 Ma è vero che mangiano i cani?

Finalmente rispondo alla domanda più attesa di tutte e la mia risposta è….

 

NO, assolutamente no. Il cane è un animale considerato da compagnia, come lo è il gatto e il coniglio, quindi non vengono mangiati,  ma anzi preferiscono di più magiare animali come il pesce palla (se non viene cucinato bene è velenoso), lo squalo e la balena.

 Quindi state tranquilli non rischierete di mangiare carne di cane in Giappone e potrete gustarvi tranquillamente i vostri piatti, ma vi consiglio di stare lontani dal Natto (prodotto attraverso la fermentazione dei fagioli di soia). Il natto è il male.

E con questo per oggi è tutto non perdetevi i prossimi articoli e soprattutto… buon Natale!!!

YANEEEEE


Ti potrebbero anche interessare