SUBITOMONDO

Storie dal mondo a portata di click

FORMENTERA, DOVE E COME HO MANGIATO

FORMENTERA, DOVE E COME HO MANGIATO

Pubblicato da il
 3' di lettura

 Sabbia bianca, acqua cristallina e il sole che non tramonta mai, questo è stata Formentera per me, dove sono stata una settimana con la mia Little family, e quindi con un bambino piccolo a seguito.

 Sarò sincera e molto impopolare, questa isola, estesa per 19 km mi è piaciuta tantissimo ma non mi ha rubato il cuore, anche se nei colori e nei profumi mi ha ricordato molto la mia amata Sicilia.

 Una piccola isola, vissuta e abitata da tantissimi italiani, dove a volte (troppo spesso) ci si dimentica di non essere in Italia, e dove anche  trovare la cucina locale è stato più difficile del previsto.

 

Dove e cosa mangiare a Formentera?

 

 L’isola è abbastanza cara, e se volete concedervi qualche cena di livello la sera, a pranzo vi consiglio di optare per dei panini tipici con pomodoro e prosciutto crudo, orgoglio spagnolo, (bocadillos de jamon y tomate rallado), li troverete facilmente nelle piccole alimentari sparse per il paese ad un prezzo ragionevole.

 Ma come sapete la mia (nostra) passione sono i ristoranti, e allora ecco quelli che vi consiglio.

 

A MI MANERA

 Uno dei ristornati più belli e suggestivi mai visti, cenerete all’interno di un orto incantato, tra lucine, ebre aromatiche e verdure che lo chef ripropone sapientemente nei suoi piatti. Dopo una serie di sfiziosi antipasti, sarete inebriati dall’odore della brace, assolutamente da provare la grigliata mista, con carne Wagyu di razza cobe, ma anche sfiziose proposte veg e di pesce. La cigliegina sulla torta, il loro tiramisù, una vera delizia. Belissimissimo e Consigliatissimo!

 © Francesca Bracconeri

© Francesca Bracconeri

 

BOCASALINA

 Camminando per la via principiale di Es Pujol arriverete al Bocasalina, location che non passa inosservata, affacciata sul mare, in una posizione strategica per godere di un tramonto mozzafiato.

 Cucina ricercata e fusion, contaminazioni italiane e spagnole, nel menu pasta ma anche paella, tra le varie proposte anche quella con l’astice, buonissimo l’hummus con polpo. Chic e romantico!

 © Francesca Bracconeri

 

LA MARITERRANEA

 Finalmente un ristornate dal sapore spagnolo, piccolo ma delizioso, dove ad accogliervi troverete la gentilezza e il sorriso dei proprietari, una giovane coppia valenciana. La loro è la paella più famosa, e forse anche più buona dell’isola, tante varietà, dalla mia preferita la valenciana (che va però prenotata prima!), a quella di marisco, passando per alcune originali varianti, come quella con anatra, funghi e germogli di aglio. Piccolissimo ma molto curato anche il ristorante, perfetto per una cena con amici.  Dal sapore spagnolo e informale!

© Francesca Bracconeri

 

EL PIRATABUS

 Un chiringuito con oltre 30 anni di storia, che sorge sulle dune sabbiose della spiaggia di Mijorn, una delle più belle dell’isola, dove potersi rilassare a piedi nudi direttamente sulla sabbia, con musica di sottofondo e sorseggiando il loro famoso mojito, in attesa della puesta del sol. Degne di nota soprattutto le nachos con salsa guacamole, davvero buonissima (e se volete la mia ricetta la trovate QUI).  Hippie e rillassato!

© Francesca Bracconeri

© Francesca Bracconeri

 

CAN CARLO

 Un giardino in perfetto stile isolano, tra muri a secco e luci soffuse. Proposte di carne e di pesce, la selezione di prosciutto Jamon Patanegra DOP, degna di nota. Vasta l’offerta di pasta, anche fresca e ben eseguita, però, e si purtroppo c’è un però, nel complesso l’offerta ha deluso le nostre aspettative, per quello che è uno dei locali più chiacchierati dell’isola, forse avremmo dovuto provare la carne. Buono il dolce.  Buono ma sopravvalutato!

 © Francesca Bracconeri

© Francesca Bracconeri

© Francesca Bracconeri


Ti potrebbero anche interessare