SUBITOMONDO

Storie dal mondo a portata di click

IL SUPPLI’: DOVE E COME
 4' di lettura

Oggi voglio portarvi con me ancora “a spasso pe i vicoli de Roma”, quelli dove è un piacere perdersi, dove ad ogni angolo troverete qualcosa che vi lascerà a bocca aperta, e dove tra una bevuta a un nasone – tipica fontanella romana -  e due chiacchiere con un amico non potrà non venirvi fame… e allora fermatevi a mangiare un supplì.

 

 Il supplì è lo Street food romano per eccellenza. Una crocchetta di riso al ragù, dalla forma allungata, fritta, con all’interno una sorpresa: un cuore filante di mozzarella; e proprio questa caratteristica ha fatto si che si diffondesse con il nome di supplì al telefono. Infatti, una volta diviso in due, per mangiarlo la mozzarella crea un filo che tiene unite le due parti come la cornetta e il telefono.

 Ma c’è un’altra curiosità legata al nome: sebbene il supplì rappresenti uno dei simboli della cucina romana per eccellenza - poco conosciuto fuori dal Lazio - l’origine del nome deriverebbe dal termine francese “surprise”, diffusosi ai tempi dell’occupazione napoleonica di fine Settecento.

 Se è vero che fuori da Roma difficilmente troverete i supplì, è altrettanto vero che a Roma li troverete in tutte le rosticcerie, trattorie e pizzerie, perché non c’è pizza senza supplì.

 

Prima di metterci ai fornelli, voglio consigliarvi dove poterli mangiare se vi trovate nella Capitale.

 Tra i migliori, sicuramente quello di “Supplizio” (Via dei Banchi Vecchi, 143) friggitoria gourmet, dove troverete il supplì in tutte le sue declinazioni, e c’è poi  “Pizzarium” (Via Della Meloria, 43) di Bonci, dove oltre ai supplì potrete mangiare dell’ottima pizza a taglio, con un occhio particolare alla ricerca e alla qualità degli ingredienti. Infine vi consiglio un posto dove il supplì al telefono è un classico, dove sicuramente troverete la fila, ma ne varrà veramente la pena: la pizzeria “Ai Marmi”( Viale di Trastevere 53), dai noi romani conosciuta come l’obitorio, e dopo il supplì vi consiglio una pizza rossa con cipolla rossa di tropea e salsiccia!!!

 

SUPPLI’ AL TELEFONO

Ingredienti per 10 supplì:

  • 250gr di riso
  • 200 gr di passata di pomodoro
  • 120 gr di carne bovina macinata
  • ¼ di cipolla
  • 300 ml di brodo di carne ( o acqua bollente)
  • una noce di burro
  • 50 gr di parmigiano
  • 1 mozzarella
  • 2 cucchiai di olio EVO
  • sale q.b.
  • pepe q.b.

 Per la panatura e la frittura:

  • 2 uova
  • pangrattato q.b.
  • olio di semi q.b. 

 Cominciate la preparazione dei supplì al telefono tritando finemente la cipolla, mettetela poi a rosolare con due cucchiai d’olio e quando sarà imbiondita, aggiungete la carne e lasciate andare, a fuoco basso, per qualche minuto. Aggiungete a questo punto la passata, aggiustate di sale e pepe e fate cuocere finché il sugo non si sarà un po’ addensato.

 Quando il sugo sarà pronto aggiungete il riso e portate a cottura con l’aiuto del brodo bollente. Il riso dovrà essere cotto al dente, dall’aspetto asciutto e compatto.

 Spegnete il fuoco, aggiungete una noce di burro, il parmigiano e mescolate; a questo punto stendete il riso in una teglia da forno e lasciate raffreddare.

 Ora tagliate la mozzarella a piccoli dadini e mettetela ad asciugare su carta da cucina sbattendo anche due uova con un pizzico di sale.

 Quando il riso sarà freddo, potrete cominciare a far prendere forma ai vostri supplì, prendendo il riso con le mani bagnate e dando la tipica forma allungata; inserite ora un paio di pezzetti di mozzarella e chiudete bene. Continuate così fino alla fine del riso.

 

 

 

 

 

 

 

Ora passate i supplì nell’uovo sbattuto prima, e nel pangrattato poi, avendo cura di farlo aderire bene su tutta la superficie.

 Friggete i supplì in abbondante olio caldo fino a che non saranno dorati; una volta cotti, metteteli su carta assorbente per togliere l’olio in eccesso, e servite ben caldi (ma non bollenti!).

 

IL SEGRETO: per una frittura perfetta, dal classico colore dorato, friggete i supplì in abbondate olio caldo a 180 gradi; una temperatura troppo alta li scurirebbe subito, e al contrario una temperatura troppo bassa non permetterebbe alla mozzarella di squagliarsi e al supplì di diventare “al telefono”.

IDEA: Noi mamme andiamo sempre di corsa, e allora quando avete poco tempo, e magari del riso avanzato, vi consiglio la torta supplì.  Ungete e cospargete di pangrattato una teglia, stendete uno strato di riso e schiacciate, aggiungete ora delle fettine sottili di mozzarella con un po' di parmigiano, e sopra un altro strato di riso. Terminate con pangrattato e olio evo. In forno 180°, per 15 min.

Buon appetito.

#mammabracco


Ti potrebbero anche interessare