SUBITOMONDO

Storie dal mondo a portata di click

LA CREPE SUZETTE E LA SUA LEGGENDA

LA CREPE SUZETTE E LA SUA LEGGENDA

Pubblicato da il
 4' di lettura

 Tornare a Roma è sempre un buon motivo per partire alla scoperta di una meta nuova, con i suoi colori, i suoi profumi; e così un paio di settimane fa con mio marito, ispirati da un film di Jeams Bond - che l’ha vista come location di ben tre suoi film - ci siamo voluti regalare tre giorni di relax, divertimento e buon cibo nel Principato di Monaco.

 Il principato di Monaco, è una città-Stato indipendente, la seconda nazione più piccola al mondo, un mix perfetto tra lusso e cultura, nota ai più per il famoso Gran Premio di Formula 1 e per i suoi famosissimi Casinò, concentrati nella zona centrale della cittadina, ovvero nel quartiere Monte Carlo.

 Una curiosità: per gli abitanti del Principato, dove non si pagano tasse, è vietato entrare nei casinò e giocare d’azzardo.

 I principali introiti per questa città-Stato derivano oggi dal turismo, innumerevoli sono infatti gli alberghi e i ristornati - molti dei quali stellati -, dove è possibile provare la rinomata cucina, rintracciandone le influenze liguri e francesi.

 Oggi, dopo il mio breve soggiorno nel regno dei Grimaldi, voglio presentarvi un piatto che io stessa, solo dopo il mio viaggio, ho scoperto essere di origine monegasca e non, come molti credono, francese: le crêpes Suzette.

 

 Attorno all’origine di questo piatto ruotano due leggende: la prima, che è quella che preferisco, vuole che il piatto sia frutto di un errore, decisamente fortunato, dell’apprendista del grande chef Auguste Escoffier, presso le cucine de il Cafè de Paris di Monte Carlo. L’apprendista Henry Charpentier preso dall’agitazione di dover servire un cliente d’eccezione come Edoardo VIII, Principe di Galles, intruppò e fece cadere del liquore, che a contatto con il gas si incendiò. Assaggiando il dolce però si rese conto che il risultato era delizioso e servì ugualmente le crêpes al principe che ordinò il bis e chiese allo chef di dedicare questo delizioso dolce alla bellissima Suzette, figlia del suo amico che sedeva al tavolo con lui.

 Per quanto questa storia mi affascini, va anche detto che l’Enciclopedia Larousse Gastronomique ritenne alquanto improbabile questa versione della vicenda, infatti l’apprendista avrebbe avuto solo 15 anni e sembrerebbe impossibile che gli venisse concesso di servire un membro della casa reale.

 Secondo l’altra versione, la crêpe Suzette sarebbe stata ideata dal maÎtre Josèph del ristorante "Marivaux" di Parigi nel 1897 in onore di una bella attrice dell'opera di nome Suzette. E voi, quale versione preferite?

 

Ingredienti per 8 crêpes:

  • 2 uova
  • 150 gr farina
  • 300 ml latte
  • 40 gr burro
  • 2 cucchiai di zucchero
  • Scorza di 1 arancia

Per la salsa e per flambare:

  • scorza e succo di 3 arance
  • scroza e succo di 1 limone
  • succo di 2 mandarini
  • 150 ml di Grand Marnier
  • 80 gr burro
  • 130 gr zucchero

 

 Per realizzare le crêpes iniziate dall’impasto, che dovrà poi riposare. Aggiungete in una ciotola il latte, le uova, la farina setacciata e un pizzico di sale, e lavoratelo con una frusta fino a quando non sarà liscio. Aggiungete ora la scorza di arancia e il burro fuso ma freddo. Coprite con una pellicola e fate riposare in frigo, almeno mezz’ora.

 

 

 Passate ora alla preparazione della salsa. Grattate ora la buccia di un limone e di due arance, mentre la buccia della terza arancia, tagliatela con l’aiuto di un coltellino, avendo cura di non prendere il bianco della buccia troppo amaro, e tagliatela a striscette sottilissime, saranno utili per guarnire. Spremete tutti gli agrumi e filtratene il succo.

 

 A questo punto, in una padella d’acciaio (è importante usare una padella in acciaio perché sarà la stessa padella che useremo per flambare e, differentemente, si rovinerebbe) mettete il burro e lo zucchero, e lasciate sciogliere a fuoco basso, girando di tanto in tanto con un cucchiaio di legno.  Quando lo zucchero sarà sciolto, aggiungete tutte le scrozette e il succo di agrumi, e lasciate cuocere qualche minuto e spegnete.

 

 

 Tirate fuori dal frigo l’impasto, preparate le crêpes, mettendole su di un piatto una sopra all’altra così da non far perdere loro umidità. Ora passate una crêpes alla volta dentro la salsa, poi piegatele in 4 fino ad ottenere dei triangoli.

 

 

 Al momento di servirle inseritele nuovamente nella padella, aggiungete il Grand Marnier, e con l’aiuto di un accendino o di un fiammifero flambatele davanti agli occhi dei vostri ospiti, che rimarranno a bocca aperta!

 

 Ricordatevi di tenere vicino a voi un coperchio, sarà il modo più sicuro e veloce per spegnere la fiamma.

 

Il SEGRETO: la salsa diventa ancora più buona se preparata con anticipo, quindi se avete la possibilità potete prepararla con un giorno di anticipo e conservarla in frigorifero fino al momento dell’utilizzo.

IDEA: servite le vostre crêpes con una pallina di gelato alla crema, oppure con una nuvoletta di panna montata. Sono perfette anche per una cena a lume di candela.

 

#mammabracco


Ti potrebbero anche interessare